Privacy Policy

La Sensibilità al Glutine non Celiaca

La sensibilità al glutine non celiaca è uno dei disturbi correlati al glutine.

Sebbene se ne parli meno la sensibilità al glutine affligge circa il 6% della popolazione mentre la celiachia circa l’1%.

I sintomi della sensibilità al glutine dopo l’assunzione di alimenti contenenti glutine sono simili a quelli della celiachia o dell’allergia al grano ( dolori addominali, stanchezza, emicrania, eczema..).

Tabella – I principali disturbi della sensibilità al glutine:

Disturbi gastrointestinali Disturbi generici
FlatulenzaStanchezza
DiarreaEmicrania
Dolori intestinaliSenso di oppressione
Nausea“Foggy Mind” (disorientamento)
Stomatite aftosaDolori muscolari ed articolari
Reflusso gastroesofageoIntorpidimento degli arti
Bruciore di stomacoDermatite/Eczema
VomitoAnemia
Glossite (bruciore alla lingua)Depressione
Dolori nella parte alta dell’addome

(Fonti: Volta et al. BMC Medicine 2014, 12:85; A. Fasano, Center for Celiac Research & Treatment, Baltimora, USA)

Si può escludere la diagnosi di malattia celiaca perchè mancano autoanticorpi specifici (come gli anticorpi anti-tTG presenti solamente nella celiachia o una concentrazione più elevata di citochine) e la biopsia risulta negativa (la mucosa è normale, come del resto nella allergia al grano) mentre si può escludere l’allergia al grano mediante test specifici.

Quindi la sensibilità al glutine non è nè una reazione autoimmune né una reazione allergica.

Inoltre questo disturbo non è correlato agli alleli HLA-DQ2 / DQ8, fondamentali per sviluppare la celiachia e non necessari per questo disturbo (presenti in circa il 50% degli affetti da sensibilità al glutine).

Eliminando il glutine i miglioramenti arrivano nel giro di qualche settimana salvo poi ripresentarsi in caso di riesposizione al glutine.

Conclusione

  • La sensibilità al glutine non celiaca è uno dei disturbi correlati al glutine, l’assunzione di glutine provoca nelle persone affette da sensibilità al glutine sintomi simili a quelli della celiachia MA non è celiachia.
  • Per escludere la celiachia è fondamentale testare gli anticorpi e fare uan biopsia intestinale.
  • Per escludere l’allergia al grano è fondamentale fare il dosaggio degli anticorpi IgE specifici contro il grano ed il prick test con il grano
  • I sintomi migliorano dopo poche settimane se non si assume glutine.

Hai trovato interessante questo articolo? Se hai dubbi o curiosità sarà un piacere risponderti, lascia un commento!

Se cerchi un Farmacista esperto in Nutrizione specialmente in problemi correlati al glutine mi trovi qui

*****************************************

👨‍⚕️ Dott. Federico Mulazzani 
⚕️ Farmacista Nutrizionista 
📍 Via Dante 13, Rimini 

*****************************************

E se invece purtroppo abiti distante ma hai comunque bisogno di aiuto contattami:

sono sicuro che saprò aiutarti!

info@farmacistanutrizionista.it

*****************************************

a presto!

Bibliografia

Dott. Federico Mulazzani

Farmacista & Nutrizionista titolare di "Farmacista Nutrizionista" esercizio farmaceutico situato a Rimini in Via Dante 13 Il mio obiettivo? <strong>Farti stare bene</strong>

5 thoughts to “La Sensibilità al Glutine non Celiaca”

  • Pingback:La Celiachia - Farmacista Nutrizionista

  • Pingback:L'Allergia al Grano - Farmacista Nutrizionista

  • Pingback:Glutine e Funzionalità Tiroidea - Farmacista Nutrizionista

  • Pingback:Come riconoscere i Farmaci e gli integratori senza glutine -

  • Pingback:Come fare la Spesa SENZA GLUTINE - Farmacista Nutrizionista

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *